DOVE TROVARLA?

Cerca il punto vendita più vicino.

Spaghetti di Perciasacchi

Una bontà per il palato.

Gli spaghetti di Perciasacchi sono un tipo di pasta trapanese di semolato di grano duro siciliano, molite a cilindri e pietra naturale.

Trafilata al bronzo e a lenta essiccazione. Affinché possano essere gustati al punto giusto servirà una cottura di 8 minuti circa.

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
pentola

COTTURA

8 MINUTI

 

SPAGHETTI

Trafilata al bronzo e a lenta essiccazione, dalla forma avvolgente e arricciata: tipica della Provincia di Trapani.

Valori nutrizionali medi per 100g

Tipologia
Valori
Calorie
Kj 1483 – Kcal 352
Proteine
12,5 g
Carboidrati
72,5 g
di cui zuccheri
3,00 g
Grassi
1,40 g
di cui saturi
0,30 g
Fibre
4,00 g
Sodio (Sale)
3,00mg (0,0075 g)

30 Minuti

Facile

Spaghetti con la bottarga

Ingredienti per 4 persone

  • 500g di spagghetti
  • 40g di bottarga di muggine
  • 1 scorza di limone
  • 50g di scalogno
  • Olio e.v.o. (q.b.)

Preparazione

Per prima cosa cominciate pelando un limone con il pelapatate, in questo modo ricaverete soltanto la parte gialla: dalle zeste ricavate delle listarelle. Passate poi a mondare e tritare finemente lo scalogno: ve ne serviranno 50 g. Passate a preparare la panure versando l’olio extravergine di oliva in padella insieme al pangrattato e lasciate dorare per qualche minuto. Non appena saranno ben dorate mettete da parte. A questo punto mettete sul fuoco una pentola con l’acqua per la pasta e lasciate che raggiunga il bollore. Quando bollirà non salate troppo, perchè la bottarga è già molto saporita di per se’. Intanto in un tegame versate l’olio e unite lo scalogno tritato, lasciate insaporire a fiamma dolce per 2-3 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare che si bruci.

Poi fate insaporire anche le scorze di limone per pochi istanti. Prelevate un mestolo d’acqua calda, versatelo nel tegame con il condimento e continuate la cottura per altri 10 minuti. A questo punto tuffate la pasta nell’acqua bollente salata appena.

A metà cottura scolate gli spaghetti direttamente nel tegame con il condimento, tenendo l’acqua di cottura da parte: vi servirà per risottare la pasta nel tegame e completare la cottura, aggiungendo acqua al bisogno. Intanto con un coltellino, eliminate il rivestimento esterno della bottarga e quando la pasta sarà a cottura, andate a grattugiarla direttamente nel tegame utilizzando una grattugia a maglie larghe.

Aggiungete la panure, tenendone da parte un po’ per decorare i singoli piatti, infine mescolate e spegnete il fuoco. I vostri spaghetti con la bottarga sono pronti, buon appetito!

Una bontà per il palato.